Trading e Psicologia, temi discussi e spesso banalizzati

Scritto il alle 15:15 da WFTrading Roma

Ognuno ha una sua personale idea del trading online. Ognuno preferisce guardare un segnale operativo piuttosto che un altro. C’è l’eterna diatriba tra fondamentalisti e analisti tecnici, nemmeno fossimo Guelfi o Ghibellini. Molti danno importanza all’aspetto psicologico, molti altri lo denigrano credendo che basti essere sereni per sistemare le cose ed avere buone performance.

Al di là del credo, bisogna studiare l’argomento che si vuole abbracciare e quelli che si intende denigrare prima di prendere degli abbagli e fare proselitismo su informazioni lacunose o peggio ancora inesatte.

Chi parla per esempio di psicologia nel trading, lo dovrebbe fare con maggiore cognizione di causa. La psicologia applicata a questo mondo non riguarda solamente l’emotività del trading. Questa è una componente molto importante, ma è solo una delle tante. Vi sono errori dovuti ad influenze sociali, ad influenze derivanti dai media, ad errori emotivi e, ben più importanti, ad errori di carattere cognitivo. Questi ultimi sono i più nascosti ed i più importanti. Sono quelli che vanno analizzati e monitorati per non avere performance negative costanti.

Gli aspetti psicologici quindi non possono essere superati solamente con la “serenità”. Una materia così complessa come la mente umana non può e non deve essere banalizzata con l’espressione sopra citata. Alcuni premi Nobel come Kaneman e Tversky, non trovano certamente soluzioni ai problemi riscontrati con la semplice serenità emotiva dell’individuo. Gli effetti di framing nel trading, secondo la Prospect Theory, sono fenomeni che quotidianamente si esperiscono nel trading, portando l’individuo su un piano psicologico squilibrato, dove perdere spaventa molto di più di quanto noi sia la gratificazione dei guadagni. Questo porta a compiere scelte spesso sbagliate i cui effetti non sempre sono visibili nel breve periodo, causando la ripetizione continua degli stessi errori. Se a questi errori poi si associano anche altri bias come l’eccessiva sicurezza o ottimismo, i danni possono essere ben più elevati.

Questi sono solo alcuni dei tanti aspetti che il trader deve attentamente monitorare per perfezionarsi nel proprio lavoro. Il trader sarà performante nel tempo, mantenendo intatto il proprio capitale monetario e, soprattutto, psicologico solamente attraverso lo studio approfondito delle materie che s’intendono seguire unitamente allo studio di se stessi.

Credo che il trading sia un’importante scuola di vita, poiché alcuni aspetti caratteriali se non si superano non permettono all’individuo di conseguire risultati soddisfacenti nel tempo. Questo essenzialmente perché ogni errore si traduce in un segno negativo nel proprio Profit & Loss; se però, si è in grado di migliorarsi, i risultati saranno una naturale conseguenza. Spesso non serve abbandonare la propria tecnica operativa per seguire quella che va più di moda, ma basta lavorare su se stessi per migliorare quella in essere e non commettere gli stessi errori.

Dott. Valerio Corallo

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Tornando ai principi fondamentali, che possono schiarire le idee in momenti di difficile di interpre
Recentemente vi abbiamo proposto la bolla del secolo, si quella sulle obbligazioni sovrane, la c
Partenza positiva per le piazze finanziarie europee stamattina. Dopo la brusca flessione di ieri, gl
Loro fanno finta di nulla, nessuno problema, continuano ad introdurre gas soporifero in Europa,
Con la pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 settembre 2017, n. 150
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Articolo in collaborazione con eToro Dall'introduzione del Bitcoin a oggi, l’industria blockcha
Su fatto che ci sia stata una correlazione diretta molto forte tra il trend delle borse ed i bil
https://youtu.be/fC_0hLUlQk4 Piazza Affari mostra segnali di cedimento anche stamane. Sempre più
Nulla di nuovo per chi legge Icebergfinanza da tempo ma come sempre è meglio ricordare alcuni p