Si cade, o si riparte di slancio?

Scritto il alle 10:16 da WFTrading Roma

Durante l’ultima settimana, l’Europa ha visto un summit straordinario dei capi di stato per risolvere la questione immigrazione nel mar Mediterraneo. Summit terminato con un misero aumento delle risorse finanziarie, molte delle quali stanziate all’Italia. Qualcuno non ha capito forse il dramma. Bisogna capire chi? Se in Europa o in Italia.

Al summit straordinario si è poi affiancato quello dell’Eurogruppo per cercare una soluzione al caso Grecia. Un caso sempre più spinoso, che rischia seriamente di scemare in un default più o meno controllato, per inerzia di uno stato a cui è stato richiesto un programma di risanamento, che dopo due mesi ancora non arriva. Forse è per questo motivo che, stante alle dichiarazioni di Efy Koutstokosta, inviata di Euronews: «Yanis Varoufakis era solo tra gli altri ministri della zona euro a Riga. L’atmosfera intorno a lui era molto pesante, e secondo fonti europee, i negoziati con le istituzioni, sono migliorate solo negli ultimi giorni. La prossima riunione cruciale sarà quella dell’11 maggio mentre la Grecia, sempre piu’ a corto di liquidità, cerca di sopravvivere giorno dopo giorno».

Ancora una volta si è vista la disaggregazione di un continente che dal I° novembre 1993 (giorno in cui entrò in vigore il trattato di Maastricht) prova un unione che sembra essere ancora molto, molto lontana.

A fare la differenza sembra essere solo la Banca Centrale Europea, che nel rispetto del suo mandato, tenta da anni di arginare questa disuguaglianza.

I mercati finanziari per quanto possano essere drogati dal Quantitative Easing in stile europeo, non possono non riflettere quanto detto. L’Eurostoxx 50, così come gli altri nazionali, sono in balia di venti polari che fanno pensare ad una prossima zampata dell’Orso, piuttosto che ad una nuova incornata del Toro.

Graficamente si sta formando delle Head&Shoulders che se rotta, potrebbero portare, in condizioni normali, ad uno storno abbastanza accentuato.

Eurostoxx 50

In condizioni normali molti operatori andrebbero short alla rottura della Neckline, ma, grazie a Mario Draghi, le condizioni normali, almeno fino a settembre 2016, non ci saranno più. Si è assistito ad un accumulo di posizioni long ogni volta che il mercato stornava qualche punto percentuale. Nulla lascia pensare che non si possa ripetere.

Se così fosse, anziché andare short, con il rischio di seguire un trend che di fatto non si sviluppa, sarà preferibile attendere i target ribassisti per provare dei long. Un’operatività generalmente sconsigliata, ma che tiene conto di quei 3 Mld di euro iniettati nel circuito economico ogni giorno dalla BCE.

Il trader deve avere diverse qualità:

1. L’umiltà: che ci porta a metterci in discussione e a migliorare, limitando al tempo stesso le perdite quando si entra in un’operazione palesemente contro trend.

2. La pazienza: che in questi casi, guida il trader nello scegliere il momento migliore per entrare. Mai anticipare qualcosa che crediamo possa avvenire. Bisogna attendere che si concretizzino i segnali operativi per entrare a favore di trend e cercare di prendere da quel trend il più possibile.

3. La curiosità: che ci permette di analizzare in modo approfondito tutti i fondamentale di un determinato prodotto. In questo modo, da curiosi, diventeremo informati e da informati, creeremo la corretta strategia operativa per il nostro portafoglio, che si tradurrà in rendimenti costanti.

Una volta capite alcune direttive da seguire, si potrà crescere con serenità, sia a livello professionale, che economico.

Dott. Valerio Corallo

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Immaginandovi tutti sotto all’ombrellone, alleggerisco un po’ la mano e vi propongo un docum
La spallata ribassista di ieri lascia il segno sul Ftse Mib che oggi è partito subito in sofferenza
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Le ultime notizie sono queste... Nuova possibile stretta sui dazi Usa alla Cina. L'amministrazion
Mai sfidare il mercato. Il famoso motto “sell in may and go away”, per il 2018 avrebbe signi
Il Ftse Mib tira il fiato dopo lo scatto di ieri e mostra una partenza in assestamento sotto la resi
Quanto hanno pesato i cosiddetti titoli FAANG sul rally della borsa USA? Beh, i numeri sono sott
L’educazione finanziaria consente alle persone di migliorare la conoscenza dei prodotti e dei conc
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec