Euro vs dollaro… una battaglia continua!

Scritto il alle 14:17 da WFTrading Roma

I fatti: La scorsa settima c’è stato l’incontro interlocutorio tra Putin – Merkel – Hollande per trovare una soluzione politica al problema ucraino. È pesata l’assenza di molti interlocutori importanti come l’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, e la ben più pesante assenza di Obama.  A fare da cornice, le pretese della Grecia nel trovare una soluzione alla propria situazione debitoria nei confronti dell’Unione Europea.

I problemi sopra riportati hanno affievolito l’effetto del QE annunciato lo scorso 22 gennaio da Mario Draghi, lasciando nell’incertezza il forte trend bullish dei mercati europei, primo su tutti il Dax.

L’incertezza degli scenari geopolitici in atto ha avuto l’effetto di arrestare la discesa dell’Euro/Dollaro. Il rimbalzo da 1,3116 a 1,13441 sembra essere più una presa di profitto che l’inizio di un trend bullish di breve durata. Lo dimostra anche l’andamento degli ultimi giorni fermo in appena 90 pips. Ricordare i punti saldi è d’obbligo: il trend è ancora bearish e lo sarà fin quando non verranno violati tutti i livelli ribassisti, lontani attualmente anni luce. A suffragio di ciò, c’è il primo ritracciamento di Fibonacci (38,2%), fissato a 1,1659 come evidenziato nel grafico e la resistenza del trend, ad 1,2454.

Il cross valutario si è fermato sul 23,6%, livello utilizzato spesso per entrare a favore di un forte trend pensando alla ripresa immediata dello stesso. Non è un caso infatti, che dopo averlo violato per 4 giorni consecutivi, negli ultimi tre ha iniziato a lateralizzare in mezzo al canale tra il minimo del 26 gennaio scorso ed il massimo a 1,1532.

Euro_dollaro

 

Cosa Fare? Niente! Si deve tradare ciò che si vede e non quello che si pensa e francamente oggi, non vediamo niente. Per operare bisogna scendere di timeframe, con un’operatività di più breve periodo e quindi con trades sia long che short a seconda del segnale che via via si configura.

Nel frattempo se l’Euro è in stand by, le altre valute rialzano la testa. Lo dimostra il grafico sull’Euro/Sterlina, che ha rotto i minimi 0,7402 segno dell’apprezzamento della Sterlina che conquista un po’ di terreno anche sul dollaro (1,5291).

Euro_Sterlina

 

Sterlina_dollaro

 

Dovendo fare trading con operatività multiday le preferenze ricadono sul cross valutario Dollaro/Yen. I dati macro in Giappone hanno evidenziato una diminuzione degli investimenti esteri in valuta YPG da 464,8B a  -104,8B e la flessione dell’ Indice di attività nel terziario su base Mensile sceso a -0,3% dal precedente +0,2%.

Tecnicamente il cross è proiettato al rialzo dopo la rottura di una figura di continuazione rialzista con proiezioni sui target a 125,43.

dollaro_yen

 

Scegliere sempre i titoli vincenti senza fossilizzarsi su quelli che non hanno trend.

Dott. Valerio Corallo

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Come abbiamo pronosticato nel precedente video TRENDS, la settimana appena conclusa è stata que
Se diversi lavori verranno svolti dai robot o dalle intelligenze artificiali, nei prossimi anni
FtseMib: L'indice italiano ha aperto le contrattazioni al rialzo stamattina, vicino ai massimi di
Immagino che molti di Voi abbiamo dimenticato questo episodio... MAMMA LA CINA BRUCIA I TREASUR
Nella campagna elettorale primeggia il tema delle pensioni, perché gli elettori nella fascia di
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o te
Non fatevi illudere dalla pacata euforia che sta aleggiando sui mercati. In realtà è tutto fru
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espres
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espres