Crollo dei mercati: Spaventarsi o approfittarne?

Scritto il alle 11:51 da WFTrading Roma

Nell’ultimo mese tecnico, ossia quello che è andato dal 19 settembre, fino ad oggi, i mercati hanno avviato una fase bearish che preoccupa molti. I principali indici hanno registrato tali performance:

tab. indiciAlla luce di ciò, alcuni mercati, quali il DAX o l’S&P 500, hanno costruito preoccupanti figure di inversione:

DAX 15_10     S&P 500 15_10

Tali figure hanno target molto bassi, che porterebbero i mercati a registrare rendimenti annuali pesantemente negativi. Se andassimo a fare un’analisi fondamentale superficiale, scopriremo che i dati macro nella zona Euro non sono molto entusiasmanti. Anche la Germania sta per scontare la crisi che attanaglia molti paesi europei dal 2008. La Francia ha già annunciato che probabilmente sforerà il tetto massimo del rapporto Deficit/PIL imposto per non incorrere in sanzioni, ma necessario per avviare politiche in grado di dare la spinta necessaria per uscirne. L’unica ancora di salvezza ad una deflazione cronica che potrebbe portare allo stesso risultato di quanto capitato in Giappone, ossia una stagnazione durata 10 anni, è data da politiche economiche congiunte con le politiche monetarie della BCE, che dal canto suo, dovrebbe avviare ABS in stile americano ed iniziare a stampare più moneta. Questa è l’unica soluzione! Se non fosse intrapreso questo percorso, allora i target del DAX e tutti quelli di figure tecniche che si stanno via via formando, saranno molto probabili.

In questi momenti bisogna essere molto rigidi:

– Mai anticipare alcun segnale operativo. Meglio entrare a prezzi meno convenienti, ma con la quasi certezza di essere dentro al trend effettivo.

– Avere tecniche di Money Management in grado di minimizzare i rischi. Non bisogna focalizzarsi sul rendimento, perché se siamo dentro al vero trend, il rendimento sarà importante e realizzanto in poco tempo. Bisogna quindi curare l’aspetto del rischio, magari utilizzando tecniche di trailing stop per avere rendimenti anche da trades sbagliati.

– Scegliere attentamente il mercato di riferimento ed il giusto prodotto. Un esempio potrebbe esser dato dal Dax. Anziché andare short alla rottura dei minimi con il target stimato, si potrebbe comprare una PUT per minimizzare il rischio (che in questo caso è dato dal premio pagato e nulla più).

Qualora i governi europei dovessero trovare la quadra del cerchio, i prezzi che stiamo vivendo, potrebbero rappresentare i minimi di periodo, ossia un’ottima occasione per andare long. Il problema di fondo è che non abbiamo la sfera magica e non conosciamo il futuro, ma possiamo sfruttare comunque questo momento, posizionandoci sia long che short, grazie a strategie sulle opzioni. L’esempio sotto riportato è un grafico Payoff sul DAX, con scadenza breve (dicembre 2014), che prova a sfruttare la possibile volatilità delle prossime settimane: Payoff DAX Comprando Put & Call con stesso strike, la strategia punta all’esplosione di volatilità verso un trend bullish o bearish, puntando quindi sia sul ribasso che sul rialzo… Non importa dove vada, purché vada!   Dott. Valerio Corallo

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Come abbiamo pronosticato nel precedente video TRENDS, la settimana appena conclusa è stata que
Se diversi lavori verranno svolti dai robot o dalle intelligenze artificiali, nei prossimi anni
FtseMib: L'indice italiano ha aperto le contrattazioni al rialzo stamattina, vicino ai massimi di
Immagino che molti di Voi abbiamo dimenticato questo episodio... MAMMA LA CINA BRUCIA I TREASUR
Nella campagna elettorale primeggia il tema delle pensioni, perché gli elettori nella fascia di
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o te
Non fatevi illudere dalla pacata euforia che sta aleggiando sui mercati. In realtà è tutto fru
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espres
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espres