In attesa del TFR in Busta Paga.

Scritto il alle 09:02 da WFTrading Roma

L’ultima proposta del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, è quella di mettere in busta paga il TFR dell’impiegato, o almeno parte di esso.

Molti potranno dire che cosa centra con il trading? Questo è una discussione politica, non di finanza!

In realtà ogni risvolto legislativo ne ha poi uno economico-finanziario.

Ecco allora che se verrà applicata la norma, allora l’operazione finanziaria preferita sarà quella di andare long sui bancari.

Perché? Semplicemente perché dopo il flop dell’operazione Tltro della BCE, che a fronte di 400 miliardi offerti alle banche europee, ne sono stati richiesti appena 82,6 miliardi di euro, questa manovra potrebbe portare grande….”interesse”.

Il cattivo andamento della domanda è stato giustificato da prossime scadenze tecniche, in realtà quello che molti pensano ma non dicono è che le banche italiane, fondamentalmente, hanno perso fiducia verso i propri clienti. Le imprese hanno un tasso di mortalità ancora troppo grande. Nuovi progetti poi, vengono finanziati solo se supportati da così tante garanzie che alla fine l’accesso al credito diventa superfluo. Ecco perché è inutile prendere a prestito soldi, per non trasmetterli al sistema economico per la paura di non vedersi restituito quanto prestato ed essere costretti a restituirli dopo x tempo. Molto meglio attendere nuove politiche sugli ABS o altro. Non si punta più all’imprenditorialità italiana, non tanto perché non esistono più dal giorno alla notte imprenditori capaci, ma perché non è più conveniente fare impresa. Forse le banche ci sono arrivate prima di noi imprenditori, ma di fatto è così.

Renzi cosa centra in tutto ciò? Con la riforma annunciata, senza entrare nel merito politico, ma solo in quello finanziario, si apre un deficit finanziario presso tutte le imprese italiane che combattono giornalmente per la quadra dei cash flows aziendali. Tale fabbisogno inaspettato potrà essere colmato solo attraverso il credito bancario. Credito che a quel punto sarà sicuramente erogato. Perché mentre da un lato non si crede più sulla nuova impresa italiana, di qualche cosa si deve pur campare. Ecco che allora si punterà sull’usato sicuro, ben liete di erogare prestiti per tali motivi,  ottenendo la liquidità necessaria dalla BCE a tassi stracciati.

A questi guadagni però vogliamo parteciparvi anche noi e così, nel momento in cui tale proposta di legge diverrà realtà, andremo ad analizzare i bancari per scegliere quello con più prospettive di successo, magari strutturando un operazione con sottostante ed opzioni per massimizzare il rendimento, minimizzando il rischio.

In alternativa, visto l’enorme peso che tali aziende hanno sull’andamento dell’indice FTSE Mib, si potrebbe strutturare un’operazione su di esso, per non vedere, come spesso accade, il rally tanto atteso sul titolo parallelo non scelto ;) (compro Unicredit e parte Intesa SanPaolo).

dott. Valerio Corallo

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buonasera, situazione ciclica invariata per lo Stoxx. Ho lasciato ancora
DJI Giornaliero Buongiorno e ben ritrovati con il nostro appuntamento mensile sul Dow Jones.
Mercati colpiti duramente dallo scandalo della privacy sui social network. Ma non dimentichiamo il
Oggi vorrei parlare di numeri e criptovalute, sia per fare una breve riflessione su quello che s
Il Fondo Monetario Internazionale bacchetta l’Italia perché la spesa pensionistica è troppo alta
Sempre più spesso nelle strade italiane si vedono circolare auto con targhe straniere (Romania, Bul
Nella nuova sezione del blog ABBONAMENTO VIEW GIORNALIERA EURO DOLLARO, descrivo in de
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espres
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tecnica espres